Primavera, Atalanta-Roma si giocherà il 7 aprile

Atalanta-Roma di Primavera, in programma il 3 marzo, è stata rinviata al 7 aprile a causa delle abbondanti nevicate che si stanno verificando nel bergamasco. Lo ha comunicato la Roma in un tweet.

Fonte: Twitter AS Roma

Primavera, Tarantino:”La nostra missione è quella di lanciare i giovani”

La Roma Primavera ha sfidato il Torino al Tre Fontane per cercare il riscatto in campionato dopo l’ultima sconfitta. Al termine del primo tempo, ai microfoni di Rai Sport, ha parlato il responsabile del settore giovanile Tarantino. Queste le sue parole:

“Le squadre stanno disputando un bel match. Vediamo la ripresa. Noi siamo contenti del percorso dei ragazzi. Campionato complicato, nuovo e molto bello. Lavoriamo ogni giorno per far giocare molti giovani. Ci fa piacere di poter dare loro la possibilità di lavorare in Primavera. La Roma vuole lanciare i giovani perché è la sua missione. Lavora bene con tutti i ragazzi del settore giovanile, poi ognuno ha la propria squadra. Noi siamo molto contenti. Tornare indietro non ha senso, noi possiamo lavorare al meglio per tutto il sistema calcio italiano. Penso sia un dovere nazionale.”

“Roma è talmente grande che ne traiamo vantaggio, per questo la Roma ha il dovere di sfruttare il territorio. Lo facciamo con un progetto chiaro in testa, partendo dai giovani locali, poi si passa anche ai giocatori esteri”.

Tanti stranieri nelle Primavera?
“Io non posso sapere i processi decisionali degli altri. La Roma ha accesso a tutto quello che c’è in casa, è il nostro obiettivo. La Roma lo ha fatto bene e speriamo di farlo anche meglio”.

Perché fuori dal torneo di Viareggio?
“Se fossimo andati avanti in Youth League avremmo avuto problemi di calendario”.

Fonte: Rai Sport

Primavera, Marcucci: “Ora dobbiamo andare a Bergamo e vincere contro l’Atalanta”

Al termine della partita vinta per 1-0 dalla Roma Primavera contro il Torino, che vale il primato momentaneo in classifica, ha parlato il centrocampista giallorosso Andrea Marcucci. Queste le sue parole:

Partite come queste in mezzo al campo sono sempre molto complicate?

“Si, loro sapevamo che avrebbero giocato di rimessa e che la in mezzo ci sarebbe stata da fare battaglia. Ma è andata bene oggi”.

Lo spogliatoio ha pensato alla semifinale di ritorno a Torino, dove la squadra ha sbagliato il secondo tempo?

“Penso che abbiamo fatto un’ottima partita e noi sapevamo che loro giocavano così. In settimana ci siamo allenati bene e abbiamo risposto sul campo”.

Ora si guarda avanti da primi in classifica: 12 risultati utili in 13 partite, dove potete arrivare?

“Pensiamo partita dopo partita continuando a giocare come stiamo facendo. I risultati si vedono”.

Ora l’Atalanta. Per cancellare l’andata serve una vittoria?

“È un motivo in più per andare sabato e vincere in casa dell’Atalanta. Noi andremo per fare la nostra partita, ma dobbiamo stare tranquilli e lavorare bene”.

Fonte: Roma TV

Primavera, De Rossi: “Siamo vicini a raggiungere le fasi finali, è il nostro obiettivo”

Al termine della sfida di campionato contro il Torino l’allenatore della Roma Primavera,Alberto De Rossi, ha commentato la vittoria della sua squadra arrivata grazie ad un gol di Celar. Queste le sue parole:

DE ROSSI A ROMA TV

Vinta una battaglia sportiva?
“La Roma è stata brava a mantenere il risultato, la pressione del Torino era alta e ci ha messo in difficoltà e questo dà ancora più valore alla vittoria dei nostri ragazzi”.

La Roma aveva già dimostrato di sapersi calare in certi contesti?
“Questa è una situazione diversa dalla nostra mentalità, ma il calcio è anche questo. Il campo era pesante ma ha tenuto bene, e il calcio deve essere affrontato come le situazioni richiedono”.

Il secondo gol non arrivava?
“C’è stata qualche occasione da sfruttare meglio, anche il palo. L’unico piccolo appunto da fare ai ragazzi, abbiamo avuto quattro occasioni da sfruttare ma hanno comunque messo tanto spirito di sacrificio, non gli si può dire nulla”.

Dimenticato il passo falso contro la Fiorentina, ci si prepara a sfida complicate?
“Siamo partiti in sordina e con un cambiamento totale, mai stato così, almeno con la mia gestione. C’erano tanti stranieri, siamo arrivati all’apice e stiamo trovando importanti idee di gioco e di carattere. C’è spirito di soffrire in partite che ci mettono in maniera diversa rispetto al nostro modo di giocare”.

Oggi 600 panchine sulla panchina della Primavera?
“Vi ringrazio, pensavo fosse una battuta. Questo è emozionante, un traguardo importante, chi l’avrebbe mai detto il primo giorno. Spero continui, noi guardiamo sempre avanti”.

DE ROSSI A RAI SPORT

Oggi i ragazzi molti bravi?
“Bravo anche il Toro, hanno fatto bene fisicamente, noi abbiamo dovuto affrontarli in un campo fuori dal nostro. Abbiamo trovato questa qualità di carattere, il risultato è giusto”.

Ci si avvicina alla vetta?
“Siamo vicini a raggiungere le fasi finali, è il nostro obiettivo. Abbiamo avuto un calo nella parte centrale dovuto dai tanti impegni ma i ragazzi si sono ripresi, hanno creato un gruppo forte, all’inizio era disomogeneo”.

Oggi è stato difficile mantenere la concentrazione?
“Oggi abbiamo giocato con una squadra forte, che gioca sia corta sia lunga e poi verticalizza. Se ti abbassi non si trovano le distanze, non è stato facile ma i ragazzi ci stanno sorprendendo”.

Peccato che non ci vedremo al Viareggio?
“L’abbiamo fatto tanti anni, siamo veterani ma gli impegni sono troppi e i ragazzi sono stremati. Più di 50 partite in un anno mi sembrano troppe”.

Fonte: Pagine Romaniste

Primavera, Roma – Torino 1-0. I giallorossi ottengono per il momento il primato in classifica

Finisce 1-0 la sfida tra Roma e Torino del Tre Fontane, gara valevole per la ventunesima giornata del campionato Primavera 1. A sbloccare il match è stato Celar al 9 minuto del primo tempo grazie ad un gran colpo di testa che porta la formazione di Alberto De Rossi momentaneamente al primo posto, in attesa che giochino Fiorentina–Inter e Milan–Atalanta. Da segnalare al minuto 52 l’espulsione dell’allenatore degli ospiti Federico Coppitella, grande ex di giornata

LE FORMAZIONI 

ROMA (4-3-3) : Greco S.; Bouah, Ciavattini, Cargnelutti, Valeau; Riccardi, Marcucci, Sdaigui; Meadows, Celar, Corlu.
A disp.: Pagliarini, Zamarion, Diallo Ba, Semeraro, Truşescu, Masangu, Petruccelli, Pezzella, Besuijen, D’Orazio, Keba Coly, Petrungaro.
All.: Alberto De Rossi.

TORINO (4-3-3): Coppola; Gilli, Bianchi E., Buongiorno, Fiordaliso; Oukhadda, D’Alena, Kone; Rauti, Butić, Bianchi F..
A disp.: Gemello, Ferigra, Capone M., Samakè, Celeghin, Leveque, Panaioli, Ramos, Ruggiero,  Borello.
All.: Federico Coppitelli.

Arbitro: Sig. Gino Garofalo di Torre del Greco.
Assistente 1: Sig. Giuseppe Mansi di Nocera Inferiore.
Assistente 2: Sig. Giuliano Parrella di Battipaglia

 

Primavera, Roma-Fiorentina 1-2: i giallorossi restano al terzo posto

La Roma Primavera perde 2-1 al Tre Fontane contro la Fiorentina e vede sfumare l’opportunità di effettuare il controsorpasso sull’Inter, restando quindi al terzo posto in classifica nel Girone Unico 1. I gol tutti nel primo tempo: ospiti avanti con il calcio di punizione di Diakhate al 26′; immediato il pareggio di Sdaigui al 32′, ma subito prima dell’intervallo Gori riporta in vantaggio i viola. Nella ripresa la squadra di De Rossi va alla ricerca del pari, ma la Fiorentina fa buona guardia e infligge la sconfitta ai giallorossi.

Fonte: Il Romanista

Primavera, Cargnelutti: “Piano piano ci siamo ripresi e ora puntiamo in alto. Oggi bisognava stare attenti ad ogni particolare e questo ha portato alla vittoria”

Riccardo Cargnelutti, difensore della Roma Primavera, al termine della vittoria per 1-0contro il Bologna ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma TV. Queste le sue parole:

Vittoria importante grazie al tuo gol su un campo in pessime condizioni…
Era un campo difficile, grazie a Pezzella che ha messo quella palla sono riuscito a trovare il gol che c’ha portato i tre punti.

De Rossi vi aveva chiesto di salire sulle palle inattive?
Sì, serviva il gioco aereo in queste partite, perché con un campo così si possono sbloccare le partite solo con le palle inattive. Bisogna stare attenti ad ogni particolare e questo c’ha portato alla vittoria.

Avevate un po’ di pressione all’inizio?
Più che altro eravamo un po’ spiazzati da questo campo ostile per noi, però siamo riusciti pian piano a prendere fiducia e coraggio e abbiamo fatto una buona gara.

Un passaggio a vuoto dopo la Youth League?
Sì e l’hanno dimostrato i risultati, abbiamo avuto un periodo confusionario. Pian piano ci siamo ripresi e puntiamo in alto.

Dove può arrivare questo gruppo?
Sono dei compagni fantastici e sicuramente possiamo arrivare in alto. Ci aspetta un percorso ricco.

Fonte: Roma TV

Primavera, De Rossi: “In questa vittoria c’è tutto. La crescita è sotto gli occhi di tutti, abbiamo tirato fuori una grande personalità”

Alberto De Rossi, tecnico della Roma Primavera, ha rilasciato alcune dichiarazioni dopo la partita vinta contro il Bologna, match valido per la 19° giornata del campionato Primavera. Queste le sue parole:

Vittoria di squadra e di carattere… 
Sì in questa vittoria c’è tutto. Nello spogliatoio scherzavamo sul campo, perché in questa stagione abbiamo giocato su tutti i terreni, ma la squadra si riconosce lo stesso e ci fa molto piacere. La crescita è sotto gli occhi di tutti. Voglio sottolineare la metamorfosi di questa squadra, che ad inizio stagione giocava ma non era sicura di se. Adesso abbiamo tirato fuori una grande personalità.

Quando c’è stato il salto in avanti? 
La consapevolezza del gruppo è uscita fuori dopo la Supercoppa dove abbiamo affrontato la squadra forse più attrezzata. Giocando alla pari e forse anche meglio ci siamo resi conto della nostra forza ed è uscita la nostra consapevolezza. Abbiamo giocato fuori casa a San Siro contro l’Inter ed abbiamo tirato fuori tutta la nostra personalità. Lì c’è stato un cambiamento. Adesso la squadra però ci crede tantissimo, non si accontenta mai e vuole sempre ottenere la vittoria.

Ennesima vittoria senza subire gol… 
Ripeto, sono cresciuti un pochino tutti, tra cui i nostri portieri. Guardate Greco, che oggi ha fatto un paio di parate fondamentali. Il reparto difensivo è quello che ad un certo punto della stagione ha sofferto un po’ più degli altri ma sono cresciuti tutti. Abbiamo un’unità di intenti che al momento sta facendo la differenza.

Due aspetti positivi: la classifica e i ragazzi, visto che Riccardi e Bouah vi hanno raggiunto solo stamattina e ieri erano all’Olimpico…
Se mi parla di questo cade tutto il resto, sapete come la penso e come la pensano tutti gli addetti ai lavori. E’ vero che partecipiamo ad un campionato che ha una classifica e che, da quest’anno, ha anche le retrocessioni, questa ristrutturazione ha portato ad un campionato molto più forte e competitivo rispetto al passato. Ma l’obiettivo è molto chiaro, chiarissimo. Davanti a giocatori come Antonucci, Marcucci, Riccardi e Bouah riteniamo che non ci sia nessun risultato di tappa che ci possa far cambiare idea.

Fonte: Roma TV

Primavera. Bologna-Roma 0-1: vittoria fondamentale per i giallorossi, secondo posto e sorpasso sull’Inter

Continua il momento magico per la Primavera di Alberto DeRossi. Dopo il successo in casa del Torino, nel recupero della sesta giornata di andata, per i giallorossi arriva un’altra importantissima vittoria che, complice il pareggio tra Inter ed Atalanta, piazza Riccardi e compagni al secondo posto a +1 sulla squadra di Milano e a -1 dai bergamaschi. Trasferta resa molto difficile anche dal mal tempo che ha accompagnato la Roma ed il Bologna per tutta la durata del match, rendendo il campo pesante e scivoloso. Migliore in campo è stato sicuramente l’estremo difensore giallorosso Greco che ha salvato in diverse occasioni i suoi compagni. Al minuto 68 però è il difensore centrale Cargnelutti a sbloccare il match con un gran gol nato dagli sviluppi di un calcio da fermo battuto da Pezzella. Risultato prezioso per la Roma che rende il campionato Primavera 1 sempre più avvincente con 3 squadre in 3 punti e con la Fiorentina, quarta in classifica, a 4 punti dall’Inter.

LE FORMAZIONI:

BOLOGNA (4-3-1-2): Ravaglia; Frabotta, Busi, Brignani, Mazza (dal 80′ Stanzani); Pellacani, Valencia, Cozzari (dal 80′ Krastev); Mutton; Pattarello, Kingsley.
A disp.: Pequini, Bruzzi, Cassandro, Saputo, Ghini, Baldè, Djbril, Pirreca.
All.: Troise

ROMA (4-3-3): Greco S.; Bouah, Ciavattini, Cargnelutti, Valeau; Riccardi, Pezzella, Sdaigui; Meadows, Celar (dal 76′ Masangu), Besuijen (dal 88′ Keba).
A disp.: Pagliarini, Zamarion, Kastrati, Diallo Ba, Semeraro, Truşescu, Borg, Cangiano, D’Orazio, Petrungaro.
All.: De Rossi

Marcatori: 68′ Cargnelutti (Roma).
Ammoniti: 32′ Cozzari (Bologna), 64′ Pezzella (Roma), 67′ Mazza (Bologna).

Arbitro: Cristian Cudini (Fermo)
Assistenti: Moro (Schio) e Zeviani (Legnano)

LA CRONACA DELLA PARTITA

SECONDO TEMPO

93‘ – TRIPLICE FISCHIO FINALE. Dopo una gara molto combattuta la Roma ottiene una vittoria fondamentale che vale il secondo posto e il sorpasso sull’Inter. Decisivo il gol di Cargnelutti al 68′.

88‘ – Sostituizione Roma. Esce il numero 11 Besuijen ed entra il numero 20  Keba.

87‘ – Occasione Roma. Grande azione di Riccardi sull’out di sinistra, serve al centro dell’area Masangu che colpisce in pieno Ravaglia, occasione per chiudere la gara per i giallorossi.

84‘ – Occasione BolognaGreco compie l’ennesimo miracolo andando a togliere il pallone dall’angolino sinistro dopo un colpo di testa di Krastev.

82‘ – Occasione Roma. Il Bologna sfiora un clamoroso autogol con Busi che costringe Ravaglia a compiere un miracolo e a spedire la palla in angolo.

80‘ – Doppia sostituzione per il Bologna Cozzari e Mazza lasciano il posto a Krastev e Stanzani.

79‘ – Occasione Bologna. Sugli sviluppi di un calcio da fermo, gli emiliani vanno vicini al gol con una gran conclusione di Mutton da fuori area. Ancora prodigioso Greco che mette in angolo.

76‘ – Sostituzione RomaCelar, dopo una partita di gran sacrificio, lascia il posto al numero 16 Masangu.

75‘ – Occasione BolognaCorsari ci prova dalla distanza con un tiro insidioso a raso terra, conclusione disinnescata da Greco.

68′ – GOOOOOOL ROMAAAPezzella da calcio piazzato scodella sul secondo palo, arriva il difensore centrale Cargnelutti che in allungo mette il pallone alle spalle di Ravaglia. Gol da grande attaccante per il numero 4 giallorosso che porta meritatamente avanti la Roma.

67‘ – Ammonizione Bologna. Il numero 4 dei felsinei, Mazza, cintura da dietro AlessioRiccardi che lo aveva saltato poco prima.

64‘ – Ammonizione Roma. Salvatore Pezzella interviene in malo modo sul numero 10 degli emiliani Kingsley. Giallo giusto per il numero 6 giallorosso.

51‘ – Occasione Roma. Respinta corta della difesa del Bologna sul cross da sinistra di Valeau, sul pallone si avventa Celar che di destro calcia al lato dal vertice destro dell’area piccola. Colossale palla gol sprecata dal numero 9 giallorosso.

49‘ – Occasione RomaCelar colpisce al volo di sinistro da fuori area, conclusione potente ma centrale. Facile preda di Ravaglia.

46‘ – Inizia il secondo tempo tra Bologna e Roma. Nessun cambio al rientro in campo.

PRIMO TEMPO

45‘ – Termina senza recupero il primo tempo tra Bologna e Roma al Comunale “Cavina”. Gara che stenta a decollare anche a causa del mal tempo. Uniche vere occasione da gol della gara fatte registrare dal Bologna grazie a Mutton e Pattarello che esaltano le qualità fisiche e tecniche di Greco.

40‘ – Occasione BolognaPattarello libera il mancino dal limite dell’area, Greco ancora una volta interviene in maniera efficacie e mette in angolo.

32‘ – Ammonizione Bologna. Il numero 8 dei rossoblu, Cozzari, interviene in scivolata su Pezzella e finisce sul taccuino del direttore di gara.

23‘ – Occasione Bologna. Cross dalla sinistra per Mutton che di testa piazza la palla alla destra di Greco. Miracolo del numero 1 giallorosso che mette in angolo.

21′ – Occasione RomaSdaigui ci prova con una conclusione dalla distanza. Palla di poco alla sinistra di Ravaglia.

17′ – Gara che stenta a decollare. Match limitato a livello tecnico dalle condizioni meteo, pioggia mista a neve a Bologna.

9′ – Occasione BolognaPattarello prova ad impensierire Greco che non si fa sorprendere e manda in angolo.

8’ – Occasione Roma. Conclusione dalla distanza di Celar, palla di poco a lato.

1′ – Inizia il match tra Bologna e Roma.

Fonte: Romanews.eu

B. Conti: “Bravo Di Francesco con Antonucci. Dzeko? Ha sempre dato una grande mano alla squadra”

Bruno Conti, responsabile del settore giovanile della Roma, è intervenuto durante la trasmissione Bar Forza Lupi sull’emittente radiofonica. Ecco le sue parole:

Bruno, ricordi le tue emozioni al debutto?
L’emozione è stata tanta, soprattutto durante la settimana che ha preceduto quella gara. Per paura di dire qualcosa di sbagliato ai giornalisti e mandare tutto all’aria mi rinchiusi in camera. Non era ancora sicuro che avrei giocato, poi venne annunciato che sarei entrato in campo con la maglia numero 11.

A portarti alla Roma fu Antonio Trebiciani, vero?
Sì, fu Antonio che mi vide giocare e mi segnalò alla Roma. Poi da lì andai a giocare nella Primavera fino ad esordire con il Torino in quello 0-0. Procurai anche un rigore che poi Domenghini sbagliò.

Ai tuoi tempi era più facile farsi notare rispetto ad oggi dove, nel settore giovanile, ci sono molti più giocatori di altri paesi?
Ai miei tempi era diverso, c’era molto più coraggio, Liedholm seguiva tantissimo i giovani, non dimenticherò mai il primo allenamento al Tre Fontane. Secondo me c’era un lavoro diverso, più coraggio e si lavorava di più sullo sviluppo e sul miglioramento dei ragazzi, oggi è cambiato molto. È stato bravo Di Francesco a fare quello che fatto con Mirko Antonucci. Oggi il calcio è diventato più tecnico, io dico che bisogna insegnare più calcio.

Tu entravi in campo sempre con grande grinta. In alcune situazioni di gioco, come le conclusioni verso la porta, conta più l’esercizio tecnico o la testa, come dice Di Francesco?
Oggi è un calcio molto tattico, a volte i giocatori fanno lavori diversi con grande spirito di sacrificio anche in fase di non possesso. Poi la cattiveria viene in base al collettivo e ai risultati. Non penso che questa cattiveria manchi, io penso che col calcio di oggi vediamo partite anche non bellissime. Prima c’era la possibilità di mostrare di più le proprie caratteristiche.

Vedere bandiere come te e Totti fuori dal campo continua a farci un certo effetto. Com’è vivere da dirigente?
L’importante è rimanere nel mondo del calcio, nella società che ami e nella squadra in cui sei cresciuto. Francesco può fare qualsiasi cosa e gli auguro tutto il bene possibile. Io ho fatto il corso a Coverciano, poi sono stato richiamato per seguire il settore giovanile qui a Roma. Oggi credo che noi siamo tra quelli che hanno più giocatori che escono dal vivaio per poi finire in Prima Squadra e in altre squadre di Serie A. Ieri è uscita una classifica che mostra come abbiamo 44 giocatori usciti dalla nostra scuola calcio. Sono contento di lavorare in questa società, aldilà di quel momento da traghettatore, sono felice di aver dato continuità al mio lavoro ed averlo fatto con serietà.

Quanto sono importanti le affinità in campo tra giocatori, tipo quella che c’è stata tra te e Pruzzo e quella che abbiamo visto lo scorso anno tra Salah e Dzeko?
Aldilà del fatto che faccia meno gol adesso, Edin ha sempre dato una grande mano alla squadra. Nel calcio esistono regole precise. Nell’anno in cui sono tornato al Genoa Pruzzo ha continuato a giocare bene e a fare gol, per cui dipende anche dalla bravura del ragazzo e del tecnico saper risolvere la situazione e trovare una soluzione. Salah sta facendo bene ma anche alla Roma ci sono tanti giocatori di qualità come Perotti ed El Shaarawy.

Fonte: Centro Suono Sport

Primavera, De Rossi: “La squadra sta benissimo, viviamo una fase di crescita costante”

A due giorni dalla sfida contro il Bologna, il tecnico della Primavera giallorossa Alberto De Rossi ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Roma TV. Ecco le sue parole:

Come sta la squadra?
“La squadra sta benissimo. Le vittorie aiutano a crescere, soprattutto le prestazioni fatte molto bene. Stiamo vivendo una crescita costante che ci fa ben sperare per il futuro”.

“Vediamo, domani ci saranno le convocazioni. Ora dovremmo recuperare Corlu, un giocatore che ci è mancato molto. Gli altri sono tutti a disposizione”.

Che gara sarà?
“Difficilissima, il Bologna ha cambiato pelle, diversi giocatori che hanno preso li conosciamo, il livello è aumentato. Anche noi siamo cresciuti molto, anche se non abbiamo fatto mercato è come se lo avessimo fatto”.

Fonte: Roma TV

Primavera, De Rossi: “I ragazzi meritano questa classifica”. Greco: “Possiamo giocarcela fino alla fine

Il portiere della Roma Primavera, Stefano Greco, si è reso protagonista della vittoria giallorossa grazie ad una parata sensazionale. Al termine del match contro il Torino ha parlato ai microfoni di Roma Tv proprio il numero uno giallorosso:

GRECO A ROMA TV
Nel finale una tua grandissima parata. Ce la racconti?
“Parata d’istinto, ho dato il massimo per la squadra. Erano tre punti fondamentali. Ce la giocheremo fino alla fine”.

La Roma meritava il gol anche prima?
“Abbiamo dominato sia nel primo, che il secondo tempo. Dobbiamo essere più concreti nel finalizzare il gioco”.

Terza gara in pochi giorni contro il Torino…
“Ci conosciamo a memoria e non era facile, ma ce l’abbiamo messa tutta”.

Ora la classifica?
“Ora c’è da divertirsi, la Coppa Italia non è andata a buon fine ma puntiamo al campionato”.

Dove può arrivare il gruppo?
“Può arrivare fino alla fine”.

Alle parole del portiere giallorosse, si sono aggiunte anche quelle del tecnico Alberto De Rossi:

DE ROSSI A ROMA TV:

Partita con mille emozioni nel finale?
“Partita fatta dalla Roma. I ragazzi sono eccezionali, la partita l’abbiamo vista tutti ed è stata quasi perfetta. Abbiamo fatto meglio degli avversari e abbiamo vinto meritatamente”.

Terza gara in pochi giorni con il Torino. Oggi la Roma ha curato il dettaglio?
“Non ci siamo preparati per giocare solo con il Torino. La nostra mentalità ci porta a giocare così con tutti gli avversari, a volte ci riesce a volte no. E’ bello vedere le partite dei nostri ragazzi. La qualità del gioco stra crescendo, vedo cose che prima non vedevo”.

E’ la vittoria del gruppo?
“Sicuramente si. Sono ragazzi che si conoscono da molto tempo, perciò è un vantaggio. Dobbiamo sottolineare che gli stranieri che sono arrivati, sono di grande qualità sia umana che tecnica. Abbiamo un gruppo omogeneo”.

La classifica?
“E’ quello che si meritano, se pur molto giovani sono molto professionali. Una crescita così spiccata non si vedeva da diversi anni. Ora sono sbocciati ed è bello vederli giocare. Sportivamente parlando hanno passato momenti drammatici, dalla sconfitta con l’Atalanta, all’eliminazione in Youth League. In queste occasioni ho visto la professionalità di questi ragazzi”.

Fonte: Roma TV

Primavera, Keba si ripete: 1-0 in extremis sul Torino. Decisivo Greco a tempo scaduto

In Primavera vige la legge di Keba Coly. Il senegalese, dopo il gol del 2-1 contro la Juventus di tre giorni fa, decide anche il recupero della sesta giornata: col Torino finisce 1-0, con la Romabrava a capitalizzare a cinque minuti dalla fine una ripresa giocata all’arrembaggio.
Al Comunale di Grugliasco, giallorossi e granata giocano un primo tempo fisico ed equilibrato, senza particolari occasioni da gol. La ripresa cambia completamente: i ragazzi di De Rossisalgono in cattedra e costringono i granata nella loro area di rigore per larga parte dei secondi 45’.
Il match winner, però, è ancora una volta Keba: De Rossi lo lancia al 65’ al posto di uno spento Celar e trova le risposte che cercava: è suo il guizzo all’85’ che lancia i giallorossi a 35 punti, ad una sola lunghezza dall’Inter seconda in classifica. Al 90’ anche Greco si merita la copertina: il suo è un autentico miracolo sul tiro a botta sicura di Millico. Ma questa Roma ha un cuore grande e soprattutto nessuna intenzione di fermarsi.

CRONACA SECONDO TEMPO

93′ – FINISCE QUI! LA ROMA BATTE 1-0 IL TORINO IN TRASFERTA E SI AVVICINA AL SECONDO POSTO! DECISIVI KEBA E GRECO!

89′ – INCREDIBILE! MA CHE HA PARATO GRECO!? Intervento allucinante del portiere giallorosso, che dopo il palo di Bianchi salva un gol già fatto su conclusione di Millico!

84′ – GOOOOOOOOOL! KEBAAAAAAAAAAA! ANCORA LUI! ROMA IN VANTAGGIO, IL SENEGALESE A SEGNO DI TESTA! 1-0 MERITATISSIMO!

78′ – Il leitmotiv è sempre lo stesso: i giallorossi spingono, Torino che si difende e prova a rispondere con le ripartenze. Altro cambio: dentro Masangu, fuori Sdaigui.

72′ – Roma che insiste! Ciavattini si ritrova la palla sui piedi sul secondo palo dopo un corner, il suo sinistro però viene respinto dalla difesa.

65′ – Doppio cambio: nel Torino fuori Rauti e dentro Celeghin, nei giallorossi dentro Keba per Celar.

62′ – Ancora Sdaigui! Colpo di testa del centrocampista giallorosso, palla ad un soffio dal palo.

59′ – Reazione del Torino! Millico va via sulla sinistra e crossa in mezzo, Greco respinge con i pugni. Ma adesso è tutta un’altra partita.

56′ – Spingono i giallorossi! Doppia mischia in area su due calci d’angolo consecutivi: prima Riccardi trova la respinta della difesa, poi Besuijen va ad un passo dal vantaggio ma è bravissimo Coppola a distendersi e mandare in angolo.

54′ – Prima occasione per la Roma! Tiro cross di RiccardiSdaigui per pochi centimetri non trova l’impatto col pallone davanti alla porta.

52′ – Secondo cartellino di giornata, stavolta è Sdaigui a finire sul taccuino dell’arbitro.

48′ – Solo tre minuti ed arriva il primo cambio: dentro De Angelis, fuori Kone.

46′ – Comincia la ripresa! Roma e Torino ripartono dallo 0-0.

PRIMO TEMPO

45′ – Finisce qui un primo tempo privo di grandi emozioni. Squadre sullo 0-0.

42′ – Spreca Kastrati! Grande ripartenza giallorossa, il terzino però rovina tutto facendo partire un cross troppo lungo per i compagni in area.

37′ – Occasione Roma! Calcio d’angolo calciato da MarcucciCargnelutti prolunga sul secondo palo, dove però spazza la difesa granata. L’azione prosegue e ancora Cargnelutti calcia da fuori, bravo Coppola a distendersi e mandare in corner.

34′ – Torino ad un passo dal vantaggio! Cross dalla destra di RautiFiordaliso col destro sfiora il palo alla sinistra di Greco.

33′ – Buona ripartenza della Roma, nata da una grande giocata di Besuijen. Celar prova a servire Riccardi a centro area, ma interviene Bianchi che stoppa tutto. Sulla ripartenza ammonizione per Marcucci.

29′ – Ci prova il Torino, ma Millico liscia una conclusione dal centro dell’area.

26′ – Gara spezzettata e molto combattuta in mezzo al campo. Non ci sono grandi occasioni se non un paio di conclusioni dalla distanza della Roma.

22′ – Besuijen! Conclusione dalla lunga distanza del classe 2001, palla di poco a lato. Ma che botta!

19′ – Torino fermato in fuorigioco: lancio pericoloso a scavalcare la difesa per ButicRomagnolipara, ma l’arbitro ferma tutto per posizione irregolare dell’attaccante granata.

16′ – Adesso è la Roma che fa la partita: Bouah spinge molto sulla fascia destra. Il terzino oggi schierato come contro la Juventus nel ruolo di esterno d’attacco.

12′ – Destro di Riccardi! Da una punizione calciata da Marcucci il pallone arriva sui piedi del capocannoniere della Roma: il suo tiro però è centrale, blocca Coppola.

8′ – Primo squillo giallorosso. Cross dalla destra di Bouah e colpo di testa di Besuijen. Palla alta, nessun pericolo per Coppola.

6′ – Buono in questa fase il pressing della Roma, che mette in difficoltà il possesso palla granata.

3′ – Consueto inizio molto fisico: Ciavattini ferma Rauti con le cattive ma l’arbitro aspetta ad estrarre il primo giallo di giornata.

0′ – Via al match! Roma in completo bianco, Torino in classico granata.

IL TABELLINO

TORINO (4-3-3): Coppola; Gilli, Bianchi, Buongiorno, Fiordaliso; Oukhadda, D’Alena, Kone (48′ De Angelis); Rauti (65′ Celeghin), Butić (81′ Bianchi), Millico.
A disp.: Gemello, Capone M., Ferigra, Filinsky, Samakè, Panaioli, Celeghin, Ruggiero, Borello, Zanellati.
All.: Federico Coppitelli.

ROMA (4-3-3): Greco; Kastrati, Ciavattini, Cargnelutti, Valeau; Riccardi, Marcucci, Sdaigui (78′ Masangu); Besuijen, Celar (65′ Keba), Bouah.
A disp.: Pagliarini, Diallo Ba, Truşescu, Pezzella, D’Orazio, Cangiano, Borg
All.: Alberto De Rossi.

Marcatori: 84′ Keba.

Note. Ammoniti: 33′ Marcucci, 52′ Sdaigui, 53′ De Angelis, 69′ Bianchi, 83′ Celeghin.

Arbitro: Sig. Fabio Pasciuta di Agrigento
Assistente 1: Sig. Rodolfo Zambelli di Finale Emilia
Assistente 2: Sig.ra Veronica Martinelli di Seregno

Fonte: ForzaRoma.info

Primavera, Roma-Juventus 2-1. Keba regala i tre punti all’ultimo respiro. Di Marcucci la prima segnatura

Una squadra che sa metabolizzare le sconfitte, farsi forza e ripartire. Questo è il dipinto della Roma Primavera di Alberto De Rossi che dopo la delusione di metà settimana in Coppa Italia, reagisce ottenendo tre punti preziosissimi al Tre Fontane contro la Juventus. Partita dall’alta intensità, con i bianconeri che passano in vantaggio grazie a Olivieri. Da quel momento i capitolini calano il loro rendimento, ma con orgoglio agguantano il pari grazie al gol su rigore di Marcucci. Da lì è un assolo giallorosso fino alla marcatura vincente di Keba al 90° che può far esplodere l’impianto.

IL TABELLINO

A.S. ROMA (4-3-3): Greco; Kastrati (46′ Masangu), Ciavattini, Cargnelutti, Valeau; Riccardi, Marcucci, Sdaigui; Bouah (81′ Diallo Ba), Celar, Besuijen (76′ Keba).
A disposizione: Romagnoli, Zamarion, Pagliarini, Meadows, Semeraro, Trusescu, Pezzella, D’Orazio, Petrungaro.
Allenatore: Alberto De Rossi.

JUVENTUS F.C. (3-5-2): Loria; Delli Carri, Vogliacco, Anzolini; Kameraj, Di Pardo, Muratore (81′ Morrone), Fernandes (73′ Nicolussi), Tripaldelli; Jakupovic, Olivieri.
A disposizione: Busti, Lonoce, Freitas, Joao Serrao, Zanandrea, Merio, Di Francesco,  Montaperto, Morachioli, Kulenovic.
Allenatore: Alessandro Dal Canto.

Arbitro: Vincenzo Valiante della sezione di Salerno.
Assistente 1: Arcangelo Vingo.
Assistente 2: Nicola Nevio Spiniello.

Marcatori: 13′ Olivieri (J), 63′ Marcucci (R), 90′ Keba (R)
Ammoniti: 24′ Tripaldelli (J), 39′ Sdaigui (R), 87′ Riccardi (R)
Espulsi:

SECONDO TEMPO

94′ – Finisce il match! La Roma vince ribaltando la gara.

90′ – GOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMA!!!!! Keba riceve palla da Celar al limite dell’area di rigore, rientra sul destro e fulmina Loria con un tiro precisissimo.

87′ – Giallo per Riccardi.

83′ – Il neo entrato Nicolussi ha l’occasione di portare in vantaggio la Juve. Il giocatore non inquadra la porta di testa facendo tirare un sospiro di sollievo a Greco.

81′ – Buon inserimento di Masangu sulla destra che poi tenta la via della rete col pallone che finisce ampiamente largo. Nei giallorossi poco dopo entra Diallo Ba, al posto di Bouah. Nei bianconeri spazio a Morrone per Muratore.

76′ – Sul susseguente calcio d’angolo il cross di Riccardi si impenna grazie a una deviazione e il portiere bianconero è costretto a smanacciare in condizioni difficili con la sfera che stava precipitando in porta.

75′ – Riccardi tira da posizione impossibile sfiorando il gol: ancora un intervento di Loria gli nega la gioia. Poco dopo avvicendamento nei giallorossi: Besuijen si accomoda in panchina per far spazio a Keba.

73′ – Cambio per la Juve: lascia il campo Fernandes, al suo posto Nicolussi.

71′ – Tiro-cross di Riccardi dalla destra su cui nessun compagno si avventa per ribadire in porta.

69′ – Sdaigui vicino al gol! Il centrocampista controlla un pallone a mezza altezza, calcola il rimbalzo e tira. La traiettoria è indirizzata sotto la traversa ma Loria ci mette una pezza.

63′ – GOOOOOOOOL DELLA ROMA!!! Con invidiabile freddezza Marcucci spiazza Loria dagli 11 metri!

62′ – RIGORE PER LA ROMA! Valeau guadagna il tiro dal dischetto subendo il fallo di Delli Carri.

57′ – Occasionissima per Celar. Il centravanti si presenta davanti a Loria, rientra sul sinistro per farsi beffa di un avversario ma a quel punto rinviene il portiere bianconero che gli sbarra la strada sulla sua conclusione.

52′ – Ancora Jakupovic che si mangia il raddoppio! Olivieri scodella al centro e l’attaccante, indisturbato, non riesce a indirizzare il colpo di testa verso la porta.

49′ – Jakupovic prova a sfruttare una buona ripartenza ma è bravissimo Marcucci in ripiegamento a murare il suo sinistro.

46′ – Riprende il match. De Rossi cambia qualcosa: fuori Kastrati, dentro Masangu.

PRIMO TEMPO

45′ – Termina il primo tempo.

44′ – Roma che termina la frazione di gioco in avanti battendo un calcio d’angolo che si conclude con un nulla di fatto.

39′ – Giallo per Zakaria Sdaigui.

35′ – Ancora bianconeri vicino al raddoppio. Di Pardo accoglie un tacco di Jakupovic, entra in area dalla destra e conclude. Pallone che accarezza il palo alla destra di Greco.

34′ – Contropiede fulminante della Juventus che per fortuna di De Rossi non sfrutta la ghiotta occasiona vanificando il tutto con un tentativo tardato di cross al centro.

28′ – Celar vicino al pari! Un cross dalla trequarti coglie l’attaccante che indirizza la palla verso la porta con un colpo di tacco. La sfera termina di poco a lato.

27′ – La squadra di De Rossi prova a reagire allo svantaggio ma i tentativi offensivi sono confusi.

24′ – Ammonito Tripaldelli per un fallo su Kastrati.

17′ – Azione da football americano da parte della Roma che ancora una volta si presente in area di rigore avversaria. Besuijen da buona posizione temporeggia troppo e non spara come dovrebbe verso i pali.

13′ – GOL DELLA JUVENTUS. Veloce scambio tra Jakupovic e Olivieri con quest’ultimo che è lestissimo a superare Greco in uscita.

11′ – Buona azione personale di Celar che si incunea centralmente e con un driggling a rientrare si posiziona la palla sul sinistro per tirare. Il croato non imprime la giusta forza e la sfera è facilmente parata.

7′ – Risponde la Juve con Jakupovic che calcia dall’interno dell’area di rigore ma Greco è ben posizionato e copre lo specchio.

6′ – Celar raccoglie un buon pallone su un cross di Riccardi ma non riesce ad agganciare al meglio il pallone. Con uno stop corretto avrebbe potuto comodamente concludere in porta.

5′ – Avvio con pochissimi spunti da parte entrambe le squadre.

1′ – Inizia la partita.

Fonte: Pagine Romaniste

Primavera, De Rossi: “Ben vengano partite di livello dopo la delusione in Coppa Italia”

Alberto De Rossi ha commentato ai microfoni di Roma Tv la sfida contro la Juventus della sua Primavera, in programma domani al ‘Tre Fontante’. Queste le sue parole:

Come si affronta una partita di questo tipo, dopo la sconfitta in Coppa Italia?
Ci viene incontro una partita molto importante. Ben vengano partite di livello dopo una delusione abbastanza importante, noi tutti speravamo nella finale.

All’andata la Roma ha vinto 2-1 con merito. Si aspetta una partita simile?
Spero nel risultato, loro hanno cambiato molto, ultimamente stanno giocando con un sistema di gioco diverso rispetto all’andata, sarà completamente diversa ma io sono tranquillo.

Che cosa deve fare la squadra per vincere?
Sarà diversa da tutte le altre. Vogliono evidenziare i nostri difetti, ne abbiamo come tutti. Non riusciamo ad assorbire i ribaltamenti di fronte, loro ci verranno a prendere, giocano un calcio palleggiato come noi.

Fonte: Roma TV

Primavera, Marcucci: “Dobbiamo partire forti, ce la giochiamo”

Andrea Marcucci, centrocampista della Roma Primavera, ha rilasciato alcune dichiarazioni a Roma Tv in vista del match di Coppa Italia di categoria contro il Torino. Queste le parole del giovane giallorosso:

Che partita sarà?
Sicuramente dobbiamo partire forti perché loro faranno così e noi ci dobbiamo far trovare subito pronti. Per passare il turno dobbiamo fare una grande partita.

Che atteggiamento ti aspetti dal Torino?
Secondo me, ripeto, loro partiranno forti e noi dobbiamo segnare senza avere fretta: se non ci riusciamo subito dobbiamo stare tranquilli, abbiamo 90 minuti per segnare e ce la giocheremo fino alla fine.

La rete decisiva può arrivare in qualsiasi momento della gara?
Noi siamo una buona squadra, abbiamo sempre segnato, quindi spero che segneremo anche domani in modo da passare il turno.

E’ un vantaggio conoscere bene gli avversari e l’allenatore?
Coppitelli è un grande mister, ci ha allenato per una vita, sicuramente questo può essere un vantaggio sia per loro che per noi visto che sappiamo come prepara le partite. Dobbiamo essere pronti.

Fonte: Roma TV

Alberto De Rossi: “Con il Torino ce la giocheremo a viso aperto”

Alberto De Rossi, allenatore della Roma Primavera, ha parlato ai microfoni del canale ufficiale del club giallorosso alla vigilia del match con il Torino, semifinale di ritorno della Coppa Italia di categoria. Queste le sue parole:

Come arriva la Roma a questa sfida da dentro o fuori
“La viviamo serenamente. Abbiamo vissuto diverse volte queste situazioni negli ultimi due anni per fortuna. L’unico aspetto che va sottolineato è fare stare tranquilli i ragazzi. È una partita che può dare accesso a una finale che ci darebbe, oltre alla soddisfazione di tornare protagonisti, l’emozione di poter rigiocare all’Olimpico e la possibilità di conquistare un trofeo”.

Si ripartirà dall’1-1 del Tre Fontane: come influirà il risultato dell’andata?
“Anche questo lo vivremo tranquillamente, senza pesare all’1-1. La giocheremo a viso aperto così come faranno i nostri avversari. Loro sono molto fisici con individualità importanti”.

Dopo l’esordio in Serie A, torna a disposizione Antonucci.
“Dire che siamo contenti è poco. È un regalo che ci ha fatto il mister Eusebio Di Francesco, che ha ritenuto opportuno di mettercelo a disposizione. Lo accogliamo a braccia aperte, per noi è un valore aggiunto”.

A differenza di quanto si credeva non si giocherà al Filadelfia: è dispiaciuto?
“Sì, è un peccato, sarebbe stato emozionante tornarci. Ci giocai con la Primavera della Roma contro il Torino e successe qualcosa di particolare. Era una semifinale di Coppa Italia e passammo il turno grazie alla monetina dopo l’1-1 dell’andata e del ritorno”.

Fonte: Roma TV

Primavera, Meadows: “Felice per la doppietta, non per il risultato: ci è mancato l’ultimo sforzo”

Dario Vittorio Meadows, difensore della Roma Primavera, ha parlato al canale ufficiale del club giallorosso dopo il 3-3 con il Sassuolo. Queste le sue paroe:

La tua doppietta.
Era da tanto che non segnavo, comunque una soddisfazione personale ma c’è rammarico, dovevamo portare la partita a casa e ci è mancato l’ultimo sforzo. Non segnavo da circa 2 anni, sono felice di questo ma volevo vincere e sono dispiaciuto per questo.

Un po’ di stanchezza?
Abbiamo molte partite ravvicinate con squadre forti, il Sassuolo ha giocatori che l’anno scorso hanno fatto la differenza in questa categoria, è stata una partita combattuta

Giocare contro Cappa e Frattesi?
Sono grandi giocatori, è stato bello affrontarli, purtroppo non siamo riusciti a batterli, speriamo di farlo la prossima volta

Il Torino?
Ora bisogna pensare alla Coppa Italia, vogliamo la finale. Dobbiamo vincerle tutte e ci stiamo già preparando per la prossima

Ci hai preso gusto con il gol?
Speriamo, ma l’importante è che vinca la squadra

Fonte: Roma TV

Primavera, De Rossi: “Ottima gara, Mota decisivo”, Meadows: “C’è rammarico”

Tutte le dichiarazioni dei tesserati giallorossi in occasione del match del campionato Primavera tra Sassuolo e Roma.

DARIO MEADOWS A ROMA TV:

Non segnavi da tanto…
“Si, vero. Oggi ne ho fatti due ed è una soddisfazione ma c’è rammarico, dovevamo portare la gara a casa, ci è mancato l’ultimo sforzo e ora si pensa alla prossima”.

Ti ricordi da quant’è che non segnavi?
“Da tanto, dagli Allievi quindi circa due anni. Sono contento per me ma ovviamente volevo vincere”.

Loro avevano giocatori importanti davanti, si è sentita anche stanchezza?
“Ne abbiamo tante ravvicinate con squadra forti e competitive, il Sassuolo ha tanti ex giocatori e un grande attacco. Frattesi e Cappa sono forti, è stata una gara combattuta”.

Giocare contro Cappa e Frattesi com’è stato?
“Sono grandi giocatori e grandi persone, giocarci contro è una grande esperienza. Purtroppo non siamo riusciti a batterli ma sarà la prossima”.

Ora il Torino in Coppa…
“Dobbiamo pensarci da adesso, sarebbe importante vincere e andare in finale. Portare la Coppa a casa sarebbe motivo di soddisfazione, ci stiamo preparando”.

ALBERTO DE ROSSI A ROMA TV 

Analisi della gara?
“La squadra ha fatto bene, un’ottima gara. Dall’altra parte ci sono giocatori fuori categoria come Mota. Quando hanno visto che la partita stava andando in direzione negativa hanno iniziato a verticalizzare, e questo giocatore si faceva fatica a tenerlo. La partita si è svolta intorno a Raspadori e Mota, non abbiamo più accorciato e hanno fatto la differenza sulle seconde palle. L’inerzia è cambiata proprio grazie a questi giocatori, ma finchè ci siamo stati abbiamo giocato bene. Poi se ci sono troppi errori in zona gol la partita si può riaprire. Dobbiamo allenarci anche a ricevere i calci di punizione, non solo a batterli”.

Peccato per il vantaggio sprecato…
“Bisogna valutare anche gli avversari. Noi siamo stati bravi a tenere il campo, non abbiamo mai smesso di giocare. Questo è sinonimo di personalità e di idee chiare, il rammarico c’è per il risultato finale, ci facciamo poco”.

In questo periodo si gioca ogni 3 giorni…
“Queste sono soddisfazioni per noi dello staff. Sono cresciuti tutti e da una partita all’altra possiamo cambiare 6 giocatori e nessuno se ne accorge. La qualità del gioco rimane la stessa, vuol dire che i ragazzi sono attenti al lavoro. La Roma deve giocare sempre, mi è piaciuto che si è continuato anche alla fine quando l’aspetto tattico era pericoloso”.

Fonte: Romanews.eu

Primavera, Sassuolo-Roma 3-3: i giallorossi si fanno rimontare due volte

Dopo il pareggio in Coppa Italia con il Torino, altro segno ‘x’ per la Primavera di Alberto De Rossi, stavolta in una partita pirotecnica terminata 3-3 contro il Sassuolo. I giallorossi sprecano il doppio vantaggio firmato da Dario Meadows, con i padroni di casa che riescono a stabilire di nuovo la parità grazie alla doppietta  di Raspadori, che realizza due punizioni dal limite dell’area. Pochi minuti dopo è Celar a portare di nuovo avanti la squadra capitolina, che viene però raggiunta da Mota.

IL TABELLINO

U.S. SASSUOLO CALCIO (4-3-3): Satalino; Joseph, Rossini, Dell’Orco, Celia; Viero, Marini (67′ Rizzi), Frattesi; Kolaj (39′ Cappa), Mota Carvalho (82′ Diaw), Raspadori.
A disposizione: Fasolino, Farebegoli, Maffezzoli, Pilati, Ahmetaj, Amadio, Diaw, Aurelio, Palma, Pisciscelli.
Allenatore: Felice Tufano.

A.S. ROMA (4-3-3): Greco; Bouah (60′ Besuijen), Ciavattini, Cargnelutti, Trusescu; Masangu (60′ Riccardi), Pezzella, Petruccelli; Meadows, Celar, Keba (85′ Sdaigui).
A disposizione: Pagliarini, Zamarion, Diallo Ba, Kastrati, Semeraro, D’Orazio, Petrungaro, Corlu.
Allenatore: Alberto De Rossi.

Arbitro: Nicolò Marini della sezione di Trieste.
Assistente 1: Ruben Liberato Angotti.
Assistente 2: Alessandro Salvatori.

Marcatori: 2′ Meadows (R), 18′ Meadows (R), 44′ Raspadori (S), 52′ Raspadori (S), 63′ Celar (R), 68′ Mota (S)
Ammoniti: 51′ Ciavattini (R), 78′ Frattesi (S)
Espulsi:

LA CRONACA LIVE DEL MATCH!

Secondo tempo

94′ – Finisce una gara piena di gol ed emozioni,

68′ – ARRIVA IL PAREGGIO DEL SASSUOLO! Mota deposita in rete sul secondo palo un cross di Viero è 3-3.

67′ – Avvicendamento nel Sassuolo. Lascia il campo Marini, dentro Rizzi.

65′ – SUPER GRECO PARA IL RIGORE! LA ROMA RESTA IN VANTAGGIO!

64′ – CALCIO DI RIGORE PER IL SASSUOLO. Ciavattini cerca di fermare un lanciato Mota. Per l’arbitro è calcio di rigore, ma la scelta non lascia esenti da dubbi.

63′ – GOOOOOOOOOOOOOOOOOL DELLA ROMAAAA!! Roma di nuovo in vantaggio grazie a Celar che colpisce di testa su un lancio di Besujen superando Satalino!

52′ – GOL DEL SASSUOLO. Stesso epilogo del primo tempo: Raspadori realizza nuovamente su calcio di punizione e pareggia i conti.

51′ – Giallo per Ciavattini, che atterra un avversario al limite dell’area difesa da Greco.

46′ – Riprende il match.

Primo tempo

45’+3 – Finisce il primo tempo con il Sassuolo che ha provato a trovare il pareggio.

44′ – GOL DEL SASSUOLO! Grande punizione battuta da Raspadori che supera e batte Greco! Gli emiliani accorciano le distanze.

35′ – Masangu entra in area e prova a piazzare il tiro ma il portiere Satalino devia in corner

27′ – Colai manovra all’interno dell’area giallorossa ma il suo sinistro è bloccato a terra da Greco

17′ – GOOOOOL ROMA. Discesa sulla fascia di Keba Koly che pesca al centro dell’area Meadows che di prima intenzione raddoppia

3′ – Frattesi, ex giallorosso prova ad impegnare Greco dalla distanza ma il suo destro è facile preda del portiere

2′ – GOOOOOL ROMA. Un disimpegno sbagliato della difesa del Sassuolo diventa un assist per Meadows che di destro trafigge Satalino

0′ – Inizia la partita con il Sassuolo che batte il calcio d’inizio

LE FORMAZIONI UFFICIALI

SASSUOLO-ROMA 0-2

SASSUOLO(4-3-3) : Satalino; Joseph, Rossini (C), Dell’Orco, Celia; Marini, Viero, Frattesi; Kolaj, Dany Mota, Raspadori. A disp.: Fasolino (GK), Farabegoli, Aurelio, Piacentini, Cappa, Ahmetaj, Rizzi, Maffezzoli, Diaw, Palma, Amadio, Pisciscelli.
All.: Tufano.

ROMA (4-3-3) : Greco S.; Bouah, Ciavattini (C), Cargnelutti, Truşescu; Masangu, Pezzella, Petruccelli; Meadows, Celar, Keba Coly. A disp.: Zamarion (GK), Diallo Ba, Kastrati, Semeraro, Marcucci, Sdaigui, D’Orazio, Petrungaro, Besuijen, Valeau, Riccardi.
All.: De Rossi.

Marcatori: 2′ Meadows (RO), 17′ Meadows (RO).

Fonte; ForzaRoma.info

Coppa Italia Primavera, Torino-Roma di mercoledì 31 anticipata alle 14

Cambia orario e campo per la semifinale di ritorno di Coppa Italia Primavera tra Torino e Roma in programma mercoledì prossimo, il 31 gennaio. Come rende noto la Lega Serie A, la gara tra granata e giallorossi si giocherà alle 14al campo comunale di Grugliasco (TO), invece che allo Stadio Filadelfia come inizialmente comunicato. Fischio d’inizio anticipato di mezz’ora rispetto al precedente orario (14.30). La gara di andata al Tre Fontane era terminata 1-1.

Fonte: Legaseriea.it

Ufficiale, Seck in prestito al Novara

Moustapha Seck è ufficialmente un giocatore del Novara. Il club piemontese ha annunciato l’arrivo in prestito dalla Roma del terzino senegalese, che aveva giocato all’Empoli la prima parte di stagione. Questo il testo del comunicato:

La Società Novara Calcio è lieta di informare giornalisti e tifosi di aver raggiunto l’accordo con la A.S. Roma per il trasferimento in azzurro, a titolo temporaneo, del difensore Moustapha SECK, classe 1996. Nella stagione in corso il calciatore, che indosserà la maglia n.17, ha militato nel Campionato di Serie B con l’Empoli”

Fonte: LaRoma24.it

Sampdoria-Roma, Antonucci: “Sognavo il debutto a Marassi”

Il giovane attaccante della Roma Mirko Antonucci ha parlato dopo la gara contro la Sampdoria che ha visto il suo esordio in serie A con assist a Dzeko per il gol del definitivo 1-1. Queste le sue parole a Roma Tv:

A chi dedichi l’esordio?

Questo assist lo dedico alla mia famiglia che mi è sempre stata vicina, soprattutto a mia madre, fatalità da piccolo ho sempre sognato di esordire a Marassi, non mi chiedete perchè, è stata una cosa che mi è venuta spontaneo dire a mia madre da piccolo. E’ stato un segno del destino. Mi è sempre piaciuto questo stadio, ha portato anche fortuna.

Cosa hai provato quando sei entrato?

Emozione, ti passano davanti tutti gli anni che hai sudato e ci hai creduto in momento finalmente è arrivato.

Ora bisogna continuare a sudare…

Assolutamente, continuiamo a lavorare è solo un punto di partenza. Oggi non è successo niente, spero che questo diventi la normalità.

Fonte: Il Romanista

Primavera, De Rossi: “Grande reazione, sta crescendo anche chi gioca meno”

Dopo il pareggio per 1-1 nell’andata della semifinale di Coppa Italia contro il Torino, il tecnico della Primavera Alberto De Rossi è stato intervistato da Roma TV. Queste le sue parole.

È un gruppo che dimostra di avere grande carattere.
Anche nel primo tempo eravamo partiti bene, coprivamo bene il campo e avevamo creato qualche occasione. Poi il mezzo fallo su Marcucci e il loro vantaggio. Abbiamo accusato il colpo, riprendendoci a fine primo tempo. Poi nel secondo tempo i ragazzi erano rabbiosi, non ci volevano stare e sono entrati con un altro piglio. Non hanno sentito l’espulsione, complimenti ai ragazzi.

Una partita anche un po’ nervosa.
Non credo, di episodi ce ne sono stati parecchi ma è andato tutto come regola. Potevamo fare meglio nell’occasione del loro vantaggio, poi ci siamo ripresi e il secondo tempo è stato un bel vedere.

L’arretramento di Meadows e il tridente pesante ha dato la svolta.
Keba ci manca da aprile dello scorso anno, è un fuoriquota che deve dare qualcosa di più. Ha un ginocchio che non riesce a guarire del tutto, ha una condizione approssimativa. Piano piano lo porteremo a pieno regime.

Cosa chiederai alla squadra per il ritorno?
Niente, un po’ più di attenzione nel pareggio e poi dovremmo essere più ficcanti. Sotto porta siamo stati latitanti, sarà questa la prima cosa che chiederò ai ragazzi.

L’impressione è che tutti i ragazzi si sentano coinvolti.
È una giusta considerazione, ieri mattina abbiamo fatto i complimenti al gruppo. Chi entra cambia positivamente la partita, stanno crescendo anche quelli che stavano giocando meno e questa è una soddisfazione. Avremo bisogno di tutti.

Fonte: Roma TV